.............................. COSA VUOI PREPARARE OGGI? CERCA LA RICETTA NEL BLOG!

giovedì 7 maggio 2020

Crostata Salata di Tagliatelle

Crostata di Tagliatelle

"Quando cucino penso solo a replicare
quel sapore che porto nella mia memoria.
Non sono una chef,
al massimo una cuoca di casa"
(A.Frenda, Racconti di cucina)

I De Win e la collaborazione domestica
Dopo essermi sgolata a chiamare l'inossidabile De Win per darmi una mano a stendere le lenzuola (ma sta cosa succede anche quando c'è da apparecchiare la tavola, da passare il folletto, da scendere a buttare la spazzatura ecc… ecc…) non ho potuto fare a meno che sbottare e dirgli in modo non propriamente gentile: "Ma prendi appuntamento con l'otorino perché mi sa che hai problemi di udito!"
La sua risposta lapidaria è stata: "Donna sono un musicista! Certo che ho problemi con l'udito! E lo sai da anni ormai! Se mi chiami usando il diaframma ti sento. Se mi chiami col tono di voce normale io sento il suono ma non distinguo le parole! Succede anche ai miei colleghi!"
Colleghi mi confermate?
Oppure la prossima volta che non mi sente/ascolta posso lanciargli appresso un soprammobile per attirare la sua attenzione?

La ricetta di oggi l'ho trovata su uno dei libri di cucina più belli che abbia mai letto: "Racconti di cucina: le 90 ricette perfette della cucina di casa" di Angela Frenda.
Un libro che vi consiglio caldamente di leggere, di una delicatezza unica, scritto in punta di anima, ogni ricetta racconta di cucine di un tempo, di profumi che smuovono ricordi, di sapori genuini di casa, di cibi che nutrono il cuore prima ancora del corpo. Ricette che raccontano storie di famiglie, di mamme, di zie, di nonne. Ricette d'amore.
Scrive Angela: "Questo libro è la raccolta di quello che mi piace fare. I piatti che mi ricordano o significano qualcosa. Nulla è scelto a caso. E dunque troverete parte di me e di altre persone che hanno incrociato la mia esperienza. Pezzi di vita. Ma il filo conduttore è stato soprattutto il desiderio di cucinare cose non necessariamente complicate ma buone"

Ho sempre conosciuto la crostata di tagliatelle o tagliolini nella sua versione dolce. Sfogliando il libro invece ho scoperto che la crostata di tagliolini è una ricetta della tradizione partenopea, una specie di ricco timballo di pasta che veniva servito già ai tempi dei Borboni tra i reali di Napoli e grazie ai Monzù (i cuochi delle famiglie aristocratiche) questa pasta al forno è diventata una ricetta tradizionale immancabile sulla tavola delle feste prima dei nobili poi del popolo.
Al di là di un ragù che deve essere saporito e fatto con carne di ottima qualità, ci sono diverse varianti di questo piatto tante quante sono le tradizioni famigliari.
Rispetto alla ricetta originale ho sostituito i tagliolini con le tagliatelle, ho omesso le uova sode, ho aggiunto la besciamella contemplata in alcune varianti di questa ricetta e per il ragù al posto della carne da arrosto di vitellino ho usato della carne trita sceltissima che mi sono fatta preparare dal mio macellaio di fiducia.

Crostata di Tagliatelle
A.Frenda, Racconti di cucina: le 90 ricette perfette della cucina di casa

Ingredienti per 6 persone
500 gr tagliatelle all'uovo abbastanza spesse e ruvide
300 gr provola affumicata (o mozzarella)
100 gr parmigiano grattugiato
100 gr prosciutto cotto tritato finemente
350 ml besciamella
1 scatola di piselli

Inoltre
2 cucchiai di parmigiano
1 cucchiaio di pangrattato
1 uovo battuto con un pizzico di sale
50 gr burro + qualche fiocchetto

Per il ragù
400 gr trita sceltissima
1 cipolla
1 sedano
1 carota
Mezzo spicchio d'aglio
1 bicchiere di vino bianco
Mezzo cucchiaio raso di concentrato di pomodoro
Brodo vegetale q.b.
Olio extravergine d'oliva q.b.
Sale e Pepe nero q.b.

Preparazione
Prepara il sugo di carne: soffriggi in olio extravergine d'oliva la cipolla, il sedano, la carota e l'aglio tritati, aggiungi la trita, fai rosolare, sfuma con il vino bianco e fai evaporare completamente. Unisci il concentrato di pomodoro, il sale, il pepe e 2 mestoli di brodo vegetale caldo. Copri e lascia cuocere per circa 30 minuti (se il ragù dovesse asciugarsi troppo aggiungi altro brodo).
Preriscalda il forno a 200°
Cuoci le tagliatelle avendo cura di scolarle al dente. Condiscile subito con il burro e il parmigiano.
Unisci il sugo, la besciamella, i piselli ben scolati, il prosciutto e mescola bene per amalgamare gli ingredienti.
Imburra uno stampo tondo a cerniera (di 24/26 cm di diametro) e cospargilo di pangrattato e versa metà della pasta condita, spargi sopra la provola. Copri con l'altra metà delle tagliatelle. Spolvera con due cucchiai di parmigiano, uno di pangrattato, prima di infornare spennella tutta la superficie con un uovo battuto con un pizzico di sale, aggiungi qualche fiocchetto di burro.
Inforna a 200° per circa 30 minuti o sino a che le tagliatelle della superficie non saranno ben dorate e croccanti.
Lascia raffreddare e servi tiepida.


MI TROVI ANCHE QUI

    



NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto e dei testi, in alcuno spazio della rete, senza preventiva richiesta perché protetti dalla legge sul diritto d'autore n.633/1941 e successive modifiche. Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

14 commenti:

  1. Una crostata ricca e gustosa, un perfetto piatto unico, bravissima!!!!

    RispondiElimina
  2. Un piatto che fa festa!! Bravissima come sempre!
    Un bacione, felice serata!

    RispondiElimina
  3. Non sapevo della versione salata, una piacevole scoperta ^_^
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. un plat parfait j'adore
    bonne soirée

    RispondiElimina
  5. I tuoi De Win sono impareggiabili! Davvero Laura :-)
    Questi sono i classici piatti pieni di sapore che piacciono a me!
    Grazie Laura :-*

    RispondiElimina
  6. Che buona...molto simile alle ns mono frittatine di pasta,da provare !
    un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Wowwwww è tipo una frittata di pasta!!! deve essere davvero ottima.. Un bacione e buona giornata :-*

    RispondiElimina
  8. Una ricetta insolita, mi incuriosisce molto! E grazie anche per il suggerimento di lettura :)

    RispondiElimina
  9. Particolare questa ricetta da provare 😋😋😋

    RispondiElimina
  10. Che bella, è invitantissima! :)

    RispondiElimina
  11. maravillosa, de vero maravillosa!

    RispondiElimina
  12. Una versione salata davvero buona, molto invitante! Prova con il lancio, potrebbe funzionare!

    RispondiElimina
  13. Questo primo mi tenta e non ho ancora letto quel libro di cucina ...mmmmhhh mi sa che dovrò colmare queste mancanze eh eh! Buon we carissimi ^_^

    RispondiElimina
  14. Direi che sei assolutamente legittimata a tirargli addosso un soprammobile ahahah. Ma 'sti uomini (mio figlio...uguale uguale) non c'è verso che ascoltino. Al massimo sentono. Ma i loro neuroni non registrano. Un'idea fantastica questa torta ! La farò sicuramente. Ciao Laura

    RispondiElimina

Grazie per essere passati dal mio blog :)