giovedì 16 gennaio 2020

Rotolo alle Zucchine e Curry con Stracchino e Mortadella


"A cosa pensi quando hai quello sguardo così distante?"
"Ascolto la mia voce interiore"
"E che cosa ti dice?"
"Che dovrei assaporare ogni attimo"
"Ma tu non fai che buttare il tuo tempo! Non hai una famiglia né un vero lavoro"
"Ma ho la serenità! Non c’è nulla di più prezioso"
(Ayşe Kulin - Le quattro donne di Istanbul)

I De Win
Categoria marito della food blogger che piomba in cucina e vede la torta appena sfornata.
Lui speranzoso: "Per cui questa sera abbiamo il dolce?"
Lei risoluta: "No perché domattina devo fotografarlo con la luce giusta"
Lui come un cane bastonato: "... … … …"
Lei con aria convincente: "E comunque questo è un dolce che il giorno dopo è ancora più buono!"
Lui rassegnato: #maiunagioia

la ricetta odierna appartiene a quelle ricette facili e veloci che come sempre ti risolvono un pranzo al volo, un aperitivo, una cena con amici organizzata all'impronta. Come sempre l'idea della ricetta è la sua, come sempre l'ho modificata secondo il palato di casa che dal nostro rientro da Dubai si è tarato sul gusto "curry-come-se-piovesse". Per il ripieno del rotolo ho usato stracchino e mortadella, ovvero quello che avevo in frigorifero, ma potete ovviamente sbizzarrirvi come più vi garba.

Forse non tutti sanno che… stracchino

martedì 7 gennaio 2020

Salsa di Pomodori Arrostiti

Salsa di Pomodori Arrostiti

"I demoni più importanti e più pericolosi,
li abbiamo dentro di noi:
perché se io ho dentro l’invidia,
se ho dentro la cattiveria,
scateno un’energia tale da avere paura"
(B.Amadori, Aldilà. Dedicato a chi resta)


I De Win
Categoria mariti previdenti.
Andiamo da Lidl per prendere i dolci della Befana per Junio e mi ritrovo di soppiatto una friggitrice nel carrello perché come mi ha fatto notare l'inossidabile De Win: "Dopo l'Epifania arriva il Carnevale e noi siamo senza friggitrice! Meglio prenderla ora che costa poco perché poi sotto Carnevale i prezzi delle friggitrici PEMMMM si impennano!"

Prima ricetta del 2020. Se siete "pastari" come mio figlio, questo sugo è per voi! Quando ho visto la ricetta della salsa di pomodori arrostiti sul blog di Simona, mi ha intrigato talmente tanto che ho dovuto subito provarla. A differenza della ricetta originale ho aggiunto anche un peperone perché, come ben sapete, il gusto del peperone lo adoro alla follia e qualche oliva di quelle che ho preparato tempo fa. Come potete leggere è una ricetta senza dosi secondo il mantra “più pomodori usi, più salsa prepari”.
Io ne ho fatti 3 vasetti, due li ho surgelati e uno l'abbiamo provato subito. Un sugo veramente piacevole, intenso, aromatico e gustoso. Direi perfetto per condire un buon piatto di pasta.
Se poi volete una ricetta sfiziosa di crostini da servire come antipasto o aperitivo fate così:  tagliate una baguette a fette di mezzo cm, tostatele, spalmatele con questa salsa e completate con un spolverata di ricotta salata grattugiata.

lunedì 30 dicembre 2019

Pandolce Speziato

Pandolce Speziato

“Il Natale dovrebbe essere legna che arde nel caminetto,
profumo di pino e di vino,
buone chiacchiere, bei ricordi e amicizie rinnovate…
Ma se questo manca basterà l’amore”
(J.O’Neil)

Compiti delle vacanze. Inglese: vedere una serie a piacere in lingua.
Io: "Allora che serie ti guardi in inglese?"
Junio: "Mr.Bean"
Io: "Ma Mr.Bean dice una parola ogni 30 minuti!"
Junio: "Eh meglio no? Così capisco bene!"
#maiunagioia

Il pandolce speziato è un dolce di Natale che in famiglia si prepara da sempre. Diciamo che è un'evoluzione più ricca del classico panettone basso genovese. Al momento non ho ancora sfornato né pandori, né panettoni. Quest'anno i tempi di lievitazione non coincidevano con i miei impegni pertanto ho rimediato con un ottimo dolce natalizio che non richiede una lunga preparazione. Io lo adoro, burroso, ricco, profumato, sontuoso nella sua semplicità! Sarei capace di finire da sola un pandolce in capo a un giorno! Provatelo e poi sappiatemi dire!
Questo è l'ultimo post del 2019. Poi si volta pagina e iniziamo un nuovo anno e a te che mi stai leggendo ti auguro che questo 2020 sia ricco di tutto ciò che di più bello tu possa desiderare.

Speciale Natale: Buffet di Capodanno

venerdì 20 dicembre 2019

Mostaccioli

Mostaccioli

“Un tempo quasi tutti i miei amici udivano la campanella, 
ma col passare degli anni divenne muta, per tutti loro. 
Anche Sara, un Natale, scoprì di non riuscire più a sentire quel dolce suono.
Sebbene adulto la campanella ancora suona per me 
e per tutti coloro che sinceramente credono!”
(dal film Polar Express)

Un dolce natalizio dell'infanzia ciociara dell'inossidabile De Win. Ormai li preparo ogni anno e in questo periodo è già la terza infornata. La ricetta che vi propongo oggi è un mix tra la ricetta dei mostaccioli di Erminia e quelli ciociari. Insomma una ricetta tarata sul palato e sui ricordi di mio marito per riprodurre questi dolci che gli preparava la nonna ogni Natale.

Questo è il mio ultimo post prima di Natale pertanto vi lascio i miei migliori auguri di Feste Serene e la sera di Natale vi suggerisco di non perdere la trasmissione con Ezio Bosso che torna in prima serata mercoledì 25 Dicembre su Rai3 alle ore 21.20 con un nuovo appuntamento di "Che storia è la musica". Accompagnato dall'Orchestra Europa Filarmonica, da lui fondata, Bosso ha scelto di raccontare e dirigere Cajkovskij e la sua Sesta Sinfonia. Inoltre, come suggerisce il maestro, "Ascoltate Cajkovskij ad alto volume: l'arte e la bellezza sono contagiose".
Vi consiglio di fare un regalo alla vostra anima e di assorbire tutta la bellezza che il maestro Bosso saprà infondere al vostro cuore attraverso le sue parole e le vibrazioni delle note che vi trasporteranno in un mondo di infinita bellezza e… non ultimo, se avete voglia, divertitevi a trovare l'inossidabile De Win e Junio 😉



Speciale Natale: Antipasti delle Feste

giovedì 12 dicembre 2019

Vellutata di Patate e Rosmarino

Vellutata di Patate e Rosmarino

“La scelta degli ingredienti
è il segreto delle emozioni”
(V. Corciolani, Pesto dolce)

Succede a colazione
Lui: “Vieni a fare colazione che ti si sta freddando il cortado!”
Io: “Sto fotografando la vellutata… guarda che bella foto!”
Lui: “La foto sarà bella ma nella foto non si vede il sapore buonissimo e nemmeno si vede il profumo inebriante. Pertanto vieni a bere il Cortado che si sta freddando altrimenti poi ti lamenti che è freddo e te la prendi con me!”
… ecco il marito della food blogger non capisce il travaglio interiore di un set fotografico.
#maiunagioia

Solo pochissime parole in merito a questa vellutata: è buona da commuoversi. Provatela. Servitela alla cena della Vigilia e vi assicuro che farete una gran bella figura! Oppure presentatela in piccole cocottine durante il buffet di Capodanno, farete una graditissima sopresa ai vostri ospiti.

Speciale Natale: I Dolci delle Feste